La Villa sulla collina

- Advertisement -

Questa è una delle prime volte che mi è davvero mancato il fiato…sapete quelle cose che vedete ogni giorno della vostra vita e quel “ogni giorno” è andato avanti per 32 anni interi? Bene io per 32 anni ho visto questo lampadario (vedete la foto qui sotto).

Sembra una cosa abbastanza comune, ma questo è lo stesso lampadario che era in camera di mia nonna, io lo ho guardato e lo ho ammirato per tutta la mia infanzia…faceva le lucine sul muro quando lo accendevi…vuoi mettere con un qualsiasi altro lampadario? Poi crescendo ho apprezzato i dettagli e la cura con cui erano fatte tutte le parti in ottone, la fatica che ci voleva per pulirlo e…santo cielo, quelle lampadine sono un casino da trovare! In un momento tutto questo mi è passato nella testa come fosse un fulmine e penso di non aver quasi respirato per 30 secondi (che per me sono un’eternità).

- Advertisement -

Di rado parlo di me durante un’esplorazione, ma in questo caso, mi permetto l’eccezione…so che sembra un dettaglio quasi superfluo, è un lampadario…ce ne sono tanti e ce ne sono anche di più belli…ma io avrei voluto tanto poterlo accendere e guardarlo come quando ero bambino.

Ma ora, veniamo all’esplorazione, alla villa e alla sua magnifica posizione che la porta in risalto sulla cima della sua collina dove giace nel silenzio sopra a tutto e tutti.

- Advertisement -

La villa è segnata dal tempo, come spesso capita in questi casi, ma non sembra abbandonata da così tano…forse potremmo azzardare, 20/25 anni di abbandono considerando che il libro I Mammà e i Papà della Garzanti è del 62 non esagererei con l’età, è comunque ben tenuta nel complesso e al suo interno tutto è conservato nel migliore dei modi.

I mobili sono in parte antichi e in parte di comodo, le stanze sono ampie e areate si ha una zona comune che le collega tutte e in qualche caso si può anche passare da una stanza all’altra senza ritornare nell’ingresso.

Dettagli in marmo svettano sui mobili in legno e intarsi molto particolari si lasciano osservare con molto piacere, nella villa sono presenti anche indumenti, televisori molto antichi (di quelli con i potenziometri per il cambio canale o con i bottoni a scatto) e anche biciclette davvero molto belle.

Nel complesso un’esplorazione molto piacevole e a tratti malinconica, considerando che l’abbandono di un luogo simile non deve essere mai una cosa facile.

Vi invitiamo a vedere tutta l’esplorazione ne nostro video e a continuare a seguirci sempre qui su Urbex Mj!

- Advertisement -

Ultimi Articoli

Una chiesa abbandonata più viva che mai

Nessuno al mondo potrebbe mai dire che ci troviamo in un luogo abbandonato...eppure ragazzi, questa è proprio una chiesa abbandonata.

Una chiesa fuori dal tempo

Oggi la nostra esplorazione si sposta in un luogo sacro, una chiesa, da fuori niente ci fa pensare a qualcosa di appariscente...

La Villa sulla collina

Questa è una delle prime volte che mi è davvero mancato il fiato...sapete quelle cose che vedete ogni giorno della vostra vita...

Il castello delle favole non è Disney

E' stato costruito alla fine del X secolo su ordine dell'episcopato e probabilmente il tutto è avvenuto sui resti di una precedente...

Consigliati per te

Rispondi