Posizionato ad una quota di 831 metri sopra il livello del mare si erge quest’imponente fortino militare, costruito nel 1908 per contrastare l’avanzata austriaca.

Con l’appoggio di forti più piccoli costruiti nelle vicinanze, questo imponente complesso di fortificazioni doveva scoraggiare e in caso di necessità impedire, un qualsiasi tentativo di invasione del territorio italiano.

Possenti e importanti lavori che resteranno del tutto inutilizzati, in quanto la linea del fronte si sposterà, subito dopo l’inizio della guerra, diversi Km più a nord verso un sistema fortificato già predisposto degli austriaci per difendersi usando posizioni naturali favorevoli rafforzate da ingegnose fortificazioni.

Realizzato su quattro livelli, con una struttura in calcestruzzo non armato e pietra, copre una superficie di circa 126 metri, larga 22 e alta 9. Ogni pezzo dei 6 previsti poteva sparare proiettili del diametro di 149 mm, con una gittata massima tra i 12 e i 24 Km, quindi in grado di colpire l’opposta sponda del lago.

Allo scoppio delle ostilità il forte verrà gradualmente disarmato, tanto che alla fine del 1915 risulteranno presenti solo 30 soldati.

Verrà riarmato solo nel 1918, causa voci di una possibile offensiva nemica, un’altra volta inutilmente. Finita la Grande Guerra verrà di nuovo disarmato. Nel secondo conflitto mondiale verrà utilizzato come deposito della Todt e sarà teatro di scontri tra partigiani e tedeschi.

Vi lasciamo di seguito la nostra esplorazione, fateci sapere cosa ne pensate guardando con i vostri occhi…

Rispondi